Per la tua sicurezza online

News in evidenza:

Gentile Cliente,

ti comunichiamo che ci sono stati segnalati tentativi di frode attraverso e-mail e SMS che invitano a seguire un link allegato con motivazioni legate alla verifica di transazioni insolite o dispositivi non riconosciuti legati al tuo conto corrente. Al fine di rammentare la costante necessità di adottare tutte le possibili precauzioni a tutela della Tua sicurezza e per evitare di cadere vittima di truffe,
ricordiamo che la banca NON INVIA MAI comunicazioni di questo tipo per la verifica di operazioni sospette richiedendo di fornire, in qualsiasi forma e/o canale anche come richiamo ad un link allegato, i propri codici identificativi personali quali (codice utente, password, OTP, PIN).

In concreto e più in generale:

telefonoLa banca NON effettua MAI telefonate chiedendo ai Clienti di verificare o fornire i loro codici di accesso e/o dispositivi o di comunicare dati relativi alle carte di pagamento. Nel caso in cui dovesse ricevere una telefonata di questo genere, Le consigliamo vivamente di segnalarlo alla propria filiale di riferimento ignorando la comunicazione ricevuta.
SMSLa banca NON invia MAI SMS chiedendo ai Clienti di verificare o fornire i loro codici di accesso e/o dispositivi (anche seguendo link allegati), o di comunicare dati relativi alle carte di pagamento/credito. Nel caso in cui dovesse ricevere un SMS di questo genere o che si reputa minimamente sospetto, Le consigliamo vivamente di segnalarlo alla propria filiale di riferimento ignorando la comunicazione ricevuta.
OTPI cosiddetti codici OTP (generati per la fase di attivazione dello smartphone personale) sono da utilizzare esclusivamente in sede di esecuzione della relativa operazione, come previsto dal processo di attivazione del Smart OTP sull’applicazione DMobile. Per nessuna ragione è da comunicare a terzi, indipendentemente dalla modalità con la quale vengono richiesti (chiamata telefonica, e-mail, sms o altro canale).
campanaAttivi le notifiche SMS: queste consentono di essere sempre informati, mediante sms, dei bonifici effettuati dal Suo conto, dei prelievi e dei pagamenti eseguiti con le Sue carte di debito e conto. La invitiamo ad attivarle per un maggior controllo dell’operatività online.

Phishing

  • Cos’è?

E’ una frode informatica effettuata richiedendo dati personali, dati di pagamento e/o dati relativi alla tua carta (carta di credito, carta di debito, carta prepagata) attraverso e-mail, sms o telefonate. Questi dati vengono utilizzati per sottrarti denaro oppure per effettuare un furto di identità.

  • Come agisce il criminale?

Ti invia un’email che sembra provenire dal Banco Desio o dalla compagnia di carte di credito. Spesso nell’email ti viene detto che la tua carta è stata bloccata o non è più valida, oppure viene richiesto di cliccare un link che porta ad un sito molto simile a quello del Banco Desio o della compagnia di carta di credito, ma che in realtà è controllato dal criminale. A volte invece di un’email, i criminali ti inviano un sms, un messaggio sul tuo sistema di “messaggistica istantanea”, un messaggio sul tuo profilo di “social network” o addirittura ti telefonano.
Lo scopo è sempre quello di ottenere le tue credenziali di accesso ai sistemi, il numero della tua carta di pagamento e il pin o il codice di verifica.

  • Cosa fa il Banco Desio?

Il Banco Desio e la tua compagnia di carte di credito non ti chiederanno mai le credenziali di accesso o i dati della tua carta via email, sms, messaggistica istantanea, social network o telefono.

  • Cosa puoi fare tu?

Stai attento alle email che ricevi, cancella i messaggi che ti sembrano sospetti. Leggi bene le email che ricevi, assicurati che l’indirizzo del mittente sia corretto, controlla se ci sono errori grammaticali o parole scritte in altre lingue. Se ti compaiono richieste di credenziali di accesso al di fuori del sito internet del Banco Desio, non fornirle. Inoltre quando accedi sito internet del Banco Desio, controlla sempre che l’indirizzo web che vedi nella barra degli indirizzi del tuo browser sia quello corretto. Se qualcuno ti chiede informazioni sulle tue credenziali Banco Desio via sms, messaggistica istantanea, social network o telefono, non fornirle.

  • Cosa fare se succede a te?

Se ti rendi conto di aver fornito le tue credenziali di accesso dopo un attacco di “phishing”, contatta immediatamente la tua filiale Banco Desio di riferimento o il nostro Contact Center al numero verde 800.382.511 disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30 e rivolgiti alle autorità di Polizia competenti. 

Malware

  • Cos’è?

E’ un programma malevolo che riesce a penetrare nel tuo pc o nel tablet o nel tuo smartphone.
Ci sono vari tipi di malware, alcuni ti rubano informazioni, altri ti spiano, altri ancora ostacolano o rendono impossibile l’utilizzo del tuo dispositivo.

  • Come agisce il criminale?

Nasconde il programma malevolo in altri programmi che si possono ottenere attraverso canali non ufficiali o siti internet non affidabili. A volte fa comparire delle finestre in siti internet che ti spingono a cliccare in modo da installare il malware a tua insaputa. Spesso ti invia il malware come allegato e-mail tentando in ogni modo di convincerti ad aprire l’allegato. A volte utilizza anche la messaggistica istantanea o i social network.
Lo scopo è sempre uno: farti installare il programma malevolo.

  • Cosa fa il Banco Desio?

Ti avvisa di questi pericoli, ad esempio attraverso queste informazioni. Ricorda che Banco Desio non ti chiederà mai di aprire allegati ad email o di installare software di alcun genere.

  • Cosa puoi fare tu?

Installare un software antivirus/anti-malware sul tuo dispositivo ed effettuare regolarmente delle scansioni. Tenere sempre aggiornato il sistema operativo del tuo dispositivo. Utilizzare sempre le ultime versioni dei browser internet. Se utilizzi una rete Wi-Fi, assicurati che sia sicura e non connetterti a reti Wi-Fi sconosciute.

  • Cosa fare se succede a te?

Se ti rendi conto che sul tuo dispositivo è presente un software malevolo, non sottovalutare il problema e fai di tutto per rimuoverlo, anche rivolgendoti ad uno specialista.

 

Frodi su assegni circolari

 

Nuove norme sull’uso di contanti, assegni, conti e libretti di risparmio o deposito

Ultima modifica 16/10/2020