Sistema dei controlli interni

Sulla trasparenza e la correttezza dell’operato aziendale vigila un sistema di controllo interno che coinvolge tutti i livelli aziendali.

La compliance dei processi e delle strutture societarie alle leggi e alle normative di settore emanate da Banca d’Italia e Consob, nonché la loro adeguatezza alla prevenzione dei rischi sono costantemente verificate da un’articolata struttura di controllo diffusa nel corpo aziendale.

Soggetti chiave del sistema di controllo interno, ciascuno con proprie specifiche competenze, sono:

  • il Consiglio di Amministrazione;
  • il Collegio Sindacale;
  • il Comitato Controllo e Rischi;
  • l’Amministratore Incaricato del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi;
  • il Direttore Generale;
  • le Funzioni di Controllo Interno.

Alla Capogruppo sono affidate in outsourcing le funzioni di internal audit, risk management e compliance anche per le aziende controllate.

Il Collegio Sindacale svolge anche la funzione di O.d.V. sul modello organizzativo adottato ai sensi del D.Lgs. 231/01.

 

Il sistema interno di segnalazione delle violazioni

(“whistleblowing”)

 per il personale

del Gruppo Banco Desio

 Al fine di promuovere lo sviluppo di una cultura della legalità e garantire un ambiente di lavoro in cui i collaboratori possano serenamente segnalare violazioni della normativa esterna poste in essere all’interno del Gruppo, il Gruppo si è dotato di un sistema interno di segnalazione delle violazioni, in attuazione dell’art. 52-bis del TUB, che recepisce nell’ordinamento italiano le disposizioni della Direttiva “CRD IV” in materia di “whistleblowing”.

 Il sistema interno di segnalazione delle violazioni previsto dal Gruppo Banco Desio si avvale di specifici, autonomi e indipendenti canali di comunicazione, separati dalle normali linee di reporting. 

In particolare il sistema prevede due distinti canali di comunicazione a disposizione del personale: 

-  canale primario: il Responsabile della Direzione Revisione Interna, quale Responsabile del sistema interno di segnalazione delle violazioni;

-  canale alternativo: il Presidente del C.d.A. della Capogruppo, Banco di Desio e della Brianza S.p.A., per tutte le segnalazioni per cui il segnalante ipotizzi un potenziale conflitto di interessi rispetto al destinatario di cui al canale primario.

 Il sistema interno di segnalazione delle violazioni del Gruppo Banco Desio prevede inizialmente le seguenti due modalità tecniche di inoltro delle segnalazioni:

 -  casella di posta elettronica certificata: casella di posta elettronica certificata “dedicata” che assicura l’accesso riservato ai predetti canali primario e/o alternativo, ovvero          

- posta ordinaria: lettera “riservata” indirizzata al Responsabile del sistema interno di segnalazione delle violazioni ovvero al soggetto individuato quale "canale alternativo".

Statuto 114.14 KB
Ultima modifica 11/10/2017